Super 8 è arrivato!! Dal creatore di Lost un film indimenticabile (DAL 9 SETTEMBRE AL CINEMA!!)

Super8 è al cinema dal 9 di settembre..che cosa state aspettando?? E' dai tempi di E.T. L'Extra-Terrestre che non provavamo più emozioni simili..

J.J. Abrams non smette proprio mai di stupirci.

Lui non è solo famoso per essere il creatore di serie televisive come Felicity, Alias, Lost e Fringe, ma anche per aver diretto e rilanciato la saga di Star Trek (con il suo film del 2009).

Egli è famoso, anzi, famosissimo (io a dire il vero mi sono informato solo di recente, perchè non lo sapevo, e anzi mi si perdoni l’incomparabile ignoranza) per essere il regista di capolavori indiscussi della filmografia mondiale come Mission: Impossible III (2006) e, appunto, di questo fantastico, strepitoso Super 8.

Elle Fanning riesce a dimostrarsi doppiamente straordinaria attraverso le lenti della macchina da presa di J.J. Abrams e quelle della super 8 di Charles, lasciando di stucco troupe e critica.

E proprio nel cast di Super 8 (che qui ci apprestiamo a recensire) figura non solo nella veste di regista, ma anche in quella di sceneggiatore.

Vi sembra poco??

Realizzatela voi una serie televisiva come Lost che ha avuto una media di 16 milioni di telespettatori per ogni puntata mandata in onda negli Stati Uniti e per tutto il primo anno di programmazione. Se vi sembra facile..

Joe, Alice, Charles, Cary e Martin, impegnati a girare uno sketch del loro horror-movie vicino ai binari della stazione, assisteranno a un misterioso e rovinoso deragliamento che condurrà ben presto un distaccamento dell’esercito (la US Air Force) nella piccola cittadina di Lillian, nell’Ohio.

MI PIACE A BOTTA LA PAGINA FACEBOOK DI CIAKMOVIE.COM!!!

Games PS3 WII XBOX360 a 1 CAZZO!!!

Inoltre il nostro mitico J.J. Abrams è anche nientemeno che un compositore.

Uno dei suoi primi lavori in ambito cinematografico fu infatti quello di scrivere (a soli 16 anni) la colonna sonora per il film Nighbeast del regista Don Dohler (niente male, eh??).

l piccolo Joe (un bamboccio molto in gamba come poteva-appunto-essere il giovane J.J. Abrams alle prime armi) si occupa di make-up ed effetti speciali, ed è ancora profondamente turbato dalla recente perdita di sua madre, rimasta uccisa in un incidente nella fabbrica in cui lavorava.

E durante l’ultimo anno di college scrisse insieme ad un suo amico un trattamento cinematografico, che fu acquistato nientemeno che dalla Touchstone Pictures, e che fu la base per Filofax, un’agenda che vale un tesoro, il primo film prodotto da Abrams stesso, e che vantava attori del calibro di Charles Grodin (scusate se è poco) e Jim Belushi (scusatemi ancora). 

In seguito scrisse nientemeno che la sceneggiatura di A proposito di Henry (vi ricordate quel film dove Harrison Ford sembra mezzo scemo e perde la memoria?? Indimenticabile!!!); ma scrisse anche la sceneggiatura di quel capolavoro (che senz’altro ricorderete) di Amore per sempre, con Mel Gibson.

Niente male per una sola persona, eh??..

Ma come fa uno come J.J. Abrams (passando da Lost a Mission: Impossible III, e poi da Star Trek ad Alias) ad arrivare a proporci una pellicola così, come Super 8??..

Eccolo, il gruppo al completo: ma cosa sarà mai uscito dai vagoni di quel treno deragliato la notte in cui stavano girando il loro corto sugli zombie nei pressi dei binari della stazione ferroviaria??..

Infatti Super 8 non c’entra nulla con la gente dispersa su un’isola, o con un’agentessa segreta strafiga, e neanche con gli umanoidi con la faccia da coglioni di Star Trek.

Super 8 è un super-filmone di stampo Spielberghiano con tutti i tratti caratteristici e i vezzi maniacali tipici della filmografia di genere.

E’ infatti quella la filmografia a cui il regista rende omaggio, quella degli anni ’70/’80 che deve aver nutrito le fantasie del giovane J.J. quando era solo un pischello alle prime armi con la cinepresa di papà e tanti sogni in testa, fatti di E.T. L’Extra-Terrestre e di Goonies, di Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo e di tanta, tanta altra roba.

Sono tanti infatti i rimandi di Abrams alle pellicole amate in gioventù, che oltre ai classici spielberghiani sopra citati includono e strizzano l’occhio anche a titoli che hanno visto lo stesso Spielberg nelle vesti di sceneggiatore o produttore (ci riferiamo ai vari Gremlins, o agli stessi Goonies).

Eccolo, il mitico J.J. Abrams: lui non è solo famoso per essere il creatore di serie televisive come Felicity, Alias, Lost e Fringe, ma anche per aver diretto e rilanciato la saga di Star Trek (con il suo film del 2009). E' inoltre famoso, anzi, famosissimo per essere il regista di capolavori indiscussi della filmografia mondiale come Mission: Impossible III (2006) e come -appunto- questo fantastico, strepitoso, fantasmagorico "Super 8". E proprio nel cast di Super 8 (che qui ci apprestiamo a recensire) figura non solo nella veste di regista, ma anche in quella di sceneggiatore.

Abrams dimostra di aver appreso splendidamente dal suo maestro come mettere un cospicuo budget al servizio di una storia fatta di buoni sentimenti e amicizie alla Stand By Me, ma anche di tutti quegli elementi d’epoca che hanno reso celebre (e indimenticabile) il filone cinematografico a cui J.J. Abrams si ispira, dai primi WalkmanMy Sharona, e raccontando con onestà e purezza un tempo, un luogo, un’età della vita, e quella dolcezza indescrivibile e al contempo indimenticabile delle estati di quando eravamo ragazzi.

J.J. Abrams rende omaggio al cinema di genere, e (proprio come un Dawson Leery ormai cresciuto e svezzato) cerca di riportare l’ormai attempata Settima Arte alla semplicità narrativa e alla grandiosità visiva dei grandi fasti Spielberghiani.

E’ nell’estate del 1979 infatti, che inizia la storia narrata in questa ultima fatica di J.J. Abrams.

Ma come fa uno come J.J. Abrams (passando da Lost a Mission: Impossible III, e poi da Star Trek ad Alias) ad arrivare a proporci una pellicola così, come Super 8??.. Infatti Super 8 non c’entra nulla con la gente dispersa su un’isola, o con un’agentessa segreta strafiga, e neanche con gli umanoidi con la faccia da coglioni di Star Trek. Super 8 è un super-filmone di stampo Spielberghiano con tutti i tratti caratteristici e i vezzi maniacali tipici della filmografia di genere.

E anche il giovane Abrams (all’epoca 13enne) si sarà trovato a dirigere un qualche corto coi suoi amici, magari proprio nell’estate del ’79, e magari proprio con la pellicola in formato Super 8 (molto in voga all’epoca, e che sostituiva l’ormai obsoleta 16mm), quando ancora era solo un pischello pieno di sogni e con la strana idea in testa di partorire quella pellicola che lo avrebbe -magari- potuto portare al suo esordio da regista e sceneggiatore.

E anche il giovane Charles sogna un esordio in Super 8, nell’estate del ’79, appunto.

E così recluta il suo migliore amico Joe perché dedichi le sue vacanze ad aiutarlo con The Case, uno zombie-movie artigianale che va assolutamente ultimato in tempo per una competizione filmica, una specie di Festival del cortometraggio, per intenderci.

I giovani attori sono tutti molto in gamba: nonostante la bravura della Fanning, a dare vigore alla narrazione sono soprattutto i duetti (ricchi di ritmo, realismo e humour) tra questi ultimi due, l’orfano silenzioso e sensibile, con la sua casa immersa nel silenzio e nel lutto, e il bulletto orgoglioso ed efficiente con la sua grande e affettuosa famiglia e il suo segreto nel cuore.

Il piccolo Joe (un bamboccio molto in gamba come poteva-appunto-essere il giovane J.J. Abrams alle prime armi) si occupa di make-up ed effetti speciali, ed è ancora profondamente turbato dalla recente perdita di sua madre, rimasta uccisa in un incidente nella fabbrica in cui lavorava.

Joe ce la mette tutta, e si impegna nel progetto, soprattutto quando scopre che Alice, la ragazzina di cui è segretamente invaghito, ha accettato il ruolo della moglie dell’eroe (ossia un idiota che deve cercare di scappare da orde di zombie incazzati, nel film che il gruppo di ragazzini sta cercando di realizzare).

Un giovane e timido amore, rarefatto e puro, sboccerà così tra un ciak(movie?) e l’altro, e un’avventura davvero pazzesca e fantastica inizierà quando Joe, Alice, Charles, Cary e Martin, impegnati a girare uno sketch del loro horror-movie vicino ai binari della stazione, assisteranno a un misterioso e rovinoso deragliamento che condurrà ben presto un distaccamento dell’esercito (la US Air Force) nella piccola cittadina di Lillian, nell’Ohio.

Certo, un po' ce l'ha la faccia da coglione Joel Courtney (nel film Joe Lamb), però dicono anche che sia molto bravo..

Quello che accadrà dopo è tutto da scoprire, e solo andando al cinema saprete come si svilupperà la trama, avvincente e intricata, di questo film dal sapore Spielberghiano intriso di elementi autobiografici (o presunti tali) del mitico J.J. Abrams.

I giovani attori danno spessore alla pellicola di Abrams: Ryan Lee (nel film Cary), la già disinvolta Elle Fanning (già vista in Taken di Steven Spielberg, nel film Alice Dainard), il bravissimo Joel Courtney (Joe Lamb) e il determinato Riley Griffiths (nel film Charles Kaznyk); nonostante la bravura della Fanning, a dare vigore alla narrazione sono soprattutto i duetti (ricchi di ritmo, realismo e humour) tra questi ultimi due, l’orfano silenzioso e sensibile, con la sua casa immersa nel silenzio e nel lutto, e il bulletto orgoglioso ed efficiente con la sua grande e affettuosa famiglia e il suo segreto nel cuore.

Ragazzi, sembrate un po' agitati, cercate di starvene un pochino più calmini, per cortesia..

Perché è vero che il primo amore è il momento più bello, e più magico, ma chi è a dare senso a quegli eterni pomeriggi d’estate se non il tuo migliore amico, coi suoi assurdi progetti, le sue piccole gelosie e la sua incredibile -e spontanea- lealtà?

Spiccano gli elementi metacinematografici, in cui Elle Fanning riesce a dimostrarsi doppiamente straordinaria attraverso le lenti della macchina da presa di J.J. Abrams e quelle della super 8 di Charles, lasciando di stucco troupe e critica.

La prima storyline è dunque quella dei ragazzi che giocano a realizzare il cortometraggio horror-zombie, e dei loro primi amori intrisi di elementi Spielberghiani, ed è riuscitissima, anzi, indimenticabile.

Questo film rimarrà nei vostri cuori..o forse no?? Non lo so, ma scommetto che siete curiosi di vederlo..

La seconda è quella dell’altro, dell’ospite inatteso, quello di cui i ragazzi riprendono qualcosa (senza volerlo) durante il deragliamento del treno.

La giovanissima Elle Fanning sembra disinvolta e molto in gamba davanti alla macchina da presa: una Dakota Fanning in erba?? Può essere, visto che in Taken interpretava nientemeno che l'alter ego -più piccola- della bravissima Dakota..

Ma su questo scegliamo di non svelarvi nulla, già vi abbiamo detto troppo.

Dovrete andare al cinema per scoprire cosa si nasconde dentro ai vagoni di quel treno deragliato.

Dovrete andarci per vedere uno dei film Spielberghiani meglio riusciti che un regista diverso da Spielberg sia riuscito a concepire.

Concludendo, non fatevi cogliere subito dall’impulso irrefrenabile di alzare il culo dai divanetti per andare al cesso, all’inizio dello scorrere dei titoli di coda.

La troupe al completo alle prese con le riprese..

Restate fermi dove siete, e col culo seduto, anche se state per allagare il cinema con una pisciata da cavallo da corsa.

Ci sono cose per cui vale davvero la pena di farsela addosso, e si può proprio dire che This is The Case!! = )

superbravo80

MI PIACE A BOTTA !!!

Super 8 / Super8 ITA / (italian Trailer)

superbravo80

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anteprime, Attualità, Curiosità, Curiosità dal mondo del cinema, In breve, Recensioni, Sondaggi, Svarioni mentali e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Super 8 è arrivato!! Dal creatore di Lost un film indimenticabile (DAL 9 SETTEMBRE AL CINEMA!!)

  1. luka ha detto:

    l ho visto e non mi ha fatto impazzire. la tipa xò è stikkia….ma la seconda parte è da fase rem. cmq fika la recens !!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ciaooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • superbravo80 ha detto:

      Sì, in effetti questa recensione è un piccolo capolavoro, lo ammetto, ci ho anche sudato un paio di magliette..
      Grazie per l’apprezzamento, fa sempre piacere, ma..ti vuoi funnerizzare sulla nostra mitica pagina facebook(ciakmovie.com)??..

      Scherzo, se l’idea ti fa così cacare fa lo stesso, basta che continui a seguirci e a commentare e ti iscrivi alla newsletter del blog (in alto a destra della homepage) e noi siamo comunque felici, anzi, felicissimi!!

      • INDY ha detto:

        A BOTTA Vekkio A BOTTA!
        ISCRIVETEVI TUTTI A STA CA??O DI GNUSLETTER!

        • Jonas ha detto:

          Credo che la sensazione che descirvi, bellissima e terribile allo stesso tempo, sia quella che ogni scrittore dovrebbe provare almeno una volta nella sua carriera, se non sempre All’inizio quasi ti fa spavento! Anche a me capita spesso di provarla, quando scrivo, a parte i periodi in cui sono presissima da mille altre cose. Come per alcuni la musica, per altri l’arte o lo studio, fino al giardinaggio penso che per chi scrive con passione, la fantasia sia il luogo pif9 felice e la risorsa pif9 importante che possiede, quella che de0 un senso, certe volte, a tutto quello che fai. Che ti assorbe e ti ossessiona, ma in un modo splendido e totale, secondo me.Si capisce che condivido in pieno?Una prova che sei davvero una brava scrittrice e che senti fortemente quello che fai(il che non e8 da tutti in questo mestiere!).Un saluto e tanti complimenti, Licia, per i tuoi successi come scrittrice e come donna!

  2. Anonimo ha detto:

    ho sentito dire da un mio amico parecchio malato di cinema, quindi fonte attendibile, che negli States super 8 non è stato visto come capolavoro Spielberghiano, ma semplicemente come un bel filmone dei soliti..mentre è stato apprezzato molto di più Cowboys and aliens..cosa ne pensi? Silvia

    • superbravo80 ha detto:

      Ciao Silvia, non so che dirti: io personalmente non ho visto Cowboys & Aliens, l’esperto in materia (anche in questo caso) è INDY, che ha scritto (se non sbaglio ad agosto) il post su Cowboys & Aliens.
      Io so solo che è previsto per il 14 di agosto, ma aspettiamo ad ogni buon conto che INDY (che l’ha visionato in anteprima) ci dica qualcosa in merito, per il momento ti rimando al suo post (del 10 di agosto, ho controllato=)
      In ogni caso lo andrò a vedere, visto che sta per uscire, e poi ti dirò anche il mio parere,=)
      Non è per fare il pezzente, ma vorrei chiederti di funnerizzarti sulla nostra pagina facebook (ciakmovie.com) e di consigliarci anche a tutti i tuoi amici, già che ci sei!!
      Intanto grazie per il tuo commento, sembra una stronzata, ma non lo è affatto: un commento per noi vale più di 1000 euro, è sempre un piacere sapere che c’è qualcuno che viene sulle pagine di ciakmovie e il suo interessamento si estende al punto da rilasciare un parere scritto (come dicono i latini, “scripta manent” =)
      Aspettiamo il tuo post su Justin Bieber, ma se vuoi puoi anche scrivere qualcosa sull’ultimo film che hai visto, nuovo o vecchio, o su qualsiasi altra stronzata che ti viene in mente, purchè sia ben scritta e -possibilmente- divertente=)
      Abbiamo bisogno di articolisti, di nuove reclute su ciakmovie, e tu potresti essere la prossima =)
      Coraggio, un sogno rimane un sogno finchè non si avvera o si infrange; e tu sei molto più vicina a farlo avverare =)
      Ancora grazie e buon proseguimento sulle pagine di ciakmovie!!
      Ciao e a presto, per il momento!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...